bann datagest17 gen19 728 90

CHI VA E CHI VIENE

bann m e partners dic2018 160 124

L'AEROPORTO DEL MESE

LA COMPAGNIA DEL MESE

oleary crazy ukCosa penseremmo di Vittorio Sgarbi se non gridasse più “Capre!!” e non desse più fuori di matto in TV?! Cosa penseremmo di Fabrizio Corona se mettesse la testa a posto e non facesse più piangere Riccardo Fogli dall’Isola dei Famosi? Penseremmo che sono cambiati e che - pur non ammettendolo a noi stessi - ci piacevano di più prima. Cattivi, volgari, arroganti, ma veri e originali. Ecco, la stessa cosa sta accadendo all’esplosivo Michael O’Leary di Ryanair, che ormai da diversi mesi ha diradato le uscite pubbliche e, soprattutto, usa toni quasi asettici: basti pensare che la sua più recente dichiarazione è stata “Il processo di consolidamento del mercato aereo lascerà solo cinque attori principali” (compresa ovviamente Ryanair). Tutto qui?! Vabbè che il 2018 è stato forse l’anno più difficile della compagnia irlandese, ma preferivamo l’O’Leary di prima, quello che prendeva per i fondelli Sarkozy e Carlà, il Papa (!) e Berlusconi, che voleva far pilotare gli aerei alle hostess e far viaggiare i passeggeri in piedi. Michael O’Leary politically correct non c’interessa. Aridatece quello di prima.